La nostra intervista sull’Unione Sarda “PARLARE L’INGLESE PER RIPARTIRE”

I corsi dell’International English Centre un’opportunità per studenti aziende e professionisti

La crisi sanitaria, innescata dal Covid-19, ha cambiato regole e abitudi- ni, ma ha reso ancora più evidente la necessità di imparare l’inglese, lingua degli scambi internazionali, della comunità scientica, comune denomi- natore di tutte le culture, in particolare su Internet. International English Centre, rete in franchising in continua espansione che vanta diverse sedi sul territorio nazionale, ha raccolto la sda per continuare a garantire un’oerta formativa di qualità.

“La flessibilità dello staIEC e la possibilità di proporre percorsi personalizzati sono certamente i nostri punti di forza”, spiega il titolare del brand e responsabile della casa madre, Alessandro Mantovani. La flessibilità ha permesso alle scuole di convertire on line la quasi totalità dei servizi, erogando a distanza tutta l’offerta formativa. Una DAD resa inevitabile dalle misure di prevenzione e sicurezza, legate alla diffusione del Covid-19, come testimoniano i titolari delle scuole IEC operative nella città di Cagliari, Roberta Naitza e Roberto e Marco Pintor, e la titolare della scuola IEC di Selargius (SuPlanu) Emanuela Serra: “La pandemia ha sicuramente creato forti inconvenienti nell’erogazione dei corsi frontali, svolti presso le nostre scuole, ma grazie ai nostri strumenti digitali siamo riusciti ad assicurare la continuità dei nostri corsi. Attraverso la nostra piattaforma didattica di videoconferenza, i materiali realizzati ad hoc per le lezioni a distanza e il coinvolgimento sempre puntuale e professionale dei nostri docenti siamo riusciti a superare brillantemente gli ostacoli creati dal Covid-19”. Stesso approccio e ottima performance anche per i per i titolari delle scuole IECdi Quartu e Assemini, Giovanni Locci e Matt Ionta, che commentano: “Il lockdown di un anno fa ci ha impaurito molto ma dopo un primo momento di disorientamento e paura siamo riusciti a offrire ai nostri studenti percorsi alternativi, fruibili a distanza oppure diretta- mente on line salvaguardando qualità e formazione.

“Un risultato di cui andiamo fieri, ancor più perché perseguito senza nessun aiuto governativo”.
Le scuole IEC di Cagliari, Selargius (SuPlanu) Quartu e Assemini puntano, dunque, in prima istanza, su un’offerta flessibile e personalizzata, in relazione alla tipologia di corsi che gli studenti possono concordare: corsi singoli, collettivi, formazione per ragazzi e teenagers; percorsi dedicati in maniera specifica alle aziende, ai professionisti e al business english; corsi personalizzati all’ottenimento di una Certificazione Internazionale, oggi essenziale per completare il proprio curriculum. I programmi didattici e i percorsi di apprendimento possono valutare ‘soluzioni su misura’, così come gli orari delle lezioni, che possono essere adattati alle esigenze di chi deve conciliare i corsi dell’International English Centre con la propria scuola o il lavoro. L’impegno delle scuole IEC, si estende alla possibilità di personalizzare anche i pagamenti, che possono essere dilazionati in modo da non gravare sul budget familiare. Grazie a un ambiente giovanile, dinamico, di alta e comprovata qualità, le scuole IEC portano avanti il progetto didattico, sposando qualità dell’insegnamento e cura degli studenti in un momento difficile: una promessa che International English Centre ribadisce senza aspettare aiuti e/o sovvenzioni. Lo staff delle scuole adeguerà costantemente la propria offerta formativa, nel rispetto delle misure anti-Covid, per ‘insegnare l’inglese in sicurezza’.